Servizi

BOULGAROPOYLOS VERVERIS

– Servizi dentali specializzati –

Implantologia

L’implantologia è la scienza più specializzata del restauro dei denti persi con l’aiuto di impianti dentali.

Gli impianti dentali sostituiscono la mancanza di denti naturali e sono costituiti da una sezione simile a una radice e da una sostituzione del dente. Sono realizzati in titanio, un materiale completamente biocompatibile, utilizzato dagli ortopedici. Non provoca una reazione allergica e non viene eliminato dal corpo umano.

Pazienti che hanno perso uno o più denti e desiderano ripristinare la masticazione, la parola e l’estetica. L’adeguatezza ossea nel sito di posizionamento è un prerequisito per l’inserimento di una lunghezza e un diametro sufficienti dell’impianto. Anche nel caso di un difetto osseo, può essere sostituito dall’innesto osseo. Qualsiasi paziente con anamnesi gratuita o in collaborazione con il medico curante, in caso di malattia sistemica, può ricevere una riparazione dell’impianto.

Il posizionamento dell’impianto è una procedura semplice e indolore, in cui – dopo l’anestesia locale – l’impianto viene inserito nell’osso e il sito viene suturato. Un restauro protesico transitorio temporaneo viene posizionato in modo che dopo 3-5 mesi possa essere inserito il dente artificiale.

Il posizionamento degli impianti è il metodo più conservativo per sostituire i denti persi, poiché non richiede la rettifica di denti sani adiacenti, come avviene quando si monta un ponte. Previene anche la perdita ossea nell’area di estrazione del dente, sotto un ponte o una protesi artificiale.

Il paziente di solito ha un dolore o edema minimo, facilmente controllabile con farmaci adeguati e istruzioni appropriate per i primi giorni su masticazione, igiene e fumo.

PREVENTIVO DENTALE PER BAMBINI

L’obiettivo di un programma preventivo per i bambini è prevenire la carie prima nei neonati e poi nei denti permanenti, nonché prevenire la gengivite. Se una delle due malattie è già stata stabilita, lo scopo del programma preventivo è di controllarla e sradicarla.

Gli strumenti che abbiamo a nostra disposizione sono fluorizzazione regolare, sigilli preventivi, controllo delle abitudini alimentari e apprendimento della corretta igiene orale, ovvero il modo giusto di prendersi cura quotidianamente dei denti.

Il fluoruro è di solito raccomandato ogni sei mesi in ufficio. Con l’applicazione topica del fluoro riusciamo a ricalcolare i denti, cioè aiutiamo a ripristinare una piccola carie iniziale senza l’uso di una ruota, oltre a rafforzare il materiale della superficie esterna del dente contro la carie.
I primi banchieri permanenti compaiono in bocca ai bambini all’età di sei anni e non cambiano più. Per questo motivo si raccomanda di proteggere questi denti importanti con uno strato sottile di resina composita (il materiale delle guarnizioni “bianche”) senza l’uso di una ruota. Questo strato viene e copre le scanalature e le cavità del dente, tutte le superfici in cui è intrappolato il cibo e da cui inizia la carie. È una procedura semplice, veloce e indolore per il bambino, eseguita senza l’uso di una ruota e fornisce una protezione significativa ai denti permanenti.

CHIRURGIA ORALE

Comprende Chirurgia e Chirurgia della cavità orale, cioè lo studio delle tecniche chirurgiche e della patologia delle malattie che vengono trattate con la chirurgia entro i limiti anatomici della cavità orale. La chirurgia orale più diffusa è l’estrazione del dente. Altri esempi includono la rimozione di denti incisivi e semi-incisivi, cisti, nicturia, rottura, posizionamento di impianti dentali, rigenerazione ossea e resurfacing alveolare nodale (GBR) e altro ancora.

In molti interventi chirurgici intraorali o anche in esportazioni relativamente semplici, abbiamo bisogno di una rapida guarigione e di un completo ripristino dei tessuti nell’area. Ciò può essere ottenuto in parte con vari materiali sintetici – innesti ossei e membrane, ma in particolare con il metodo che attualmente utilizziamo nella nostra pratica usando fattori ematici biologici autologhi (L – PRF) dal paziente stesso.

Questa tecnica di posizionamento nel campo chirurgico delle piastrine e dei fattori di crescita dal sangue del paziente è la procedura più moderna ed efficace che garantisce una rapida guarigione e un’eccellente qualità del tessuto post-operatorio nonché un disagio minimo per il paziente dopo i primi giorni. intervento.

ESPORTAZIONE CHIRURGICA DI SQUADRE CHIUSE

Un incisivo viene chiamato dente quando non è sospeso nella cavità orale come previsto per questo tempo. Si trova all’interno dell’osso alveolare ed è circondato da gengive.

I denti che sono spesso chiusi sono spazzolini da denti e canini. Tuttavia, anche il resto dei denti può essere chiuso.

Le indicazioni per l’esportazione di freonite sono:

La presenza della dottrina
La cattiva posizione della fronimite o il brutto tempo dell’alba
Trattamento ortodontico
La sua grande distruzione a causa della carie

Odontoiatria Cosmetica

“Odontoiatria estetica” è un campo dell’odontoiatria classica che si occupa del miglioramento dell’aspetto dei denti, delle gengive e dell’area dentale generale e sta crescendo rapidamente. Il suo rapido sviluppo è fortemente contribuito sia dal desiderio di un bel sorriso sia dal progresso della tecnologia dei biomateriali dentali e delle tecniche applicate. L’area della bocca occupa 1/3 dell’area facciale, ma nell’impressione che uno si presenta per il suo aspetto è forse più importante, poiché io sono una zona che svolge una serie di funzioni motorie. I praticanti vitali come masticare, comunicare, parlare-articolare, esprimere emozioni e talvolta respirare sono orali.

L’odontoiatria estetica richiede un piano di trattamento ben progettato per sviluppare un rapporto di fiducia e cooperazione tra il terapeuta e il paziente. Il piano di trattamento deve avere un approccio olistico ed essere completamente personalizzato. Si basa sul trattamento diagnostico-prevenzione-trittico, derivante da ampie discussioni con il paziente su dove vengono identificati i loro requisiti e se sono realistici. La parte terapeutica, il trattamento parodontale ed endodontico (denervazione), precede sempre l’estetica.

 

Blocco dei denti

Guardando i nostri denti, scopriamo immediatamente che non sono costituiti da superfici piane lisce. Soprattutto la superficie orizzontale dei denti posteriori è caratterizzata da forti scanalature e ammaccature. Queste configurazioni anatomiche chiamate fori e fessure contribuiscono alla frammentazione e alla masticazione del cibo. Questi punti sono impossibili da mantenere puliti anche con una spazzolatura meticolosa e sono particolarmente sensibili alla carie. Oltre il 70% delle foche mondiali si trova sulle superfici masticatorie dei denti posteriori.

I sigillanti dentali sono un materiale in resina resistente che viene solitamente posizionato sulle superfici masticatorie dei denti posteriori (molari e premolari) e funge da barriera dove si sviluppa la carie più spesso. Il processo di posizionamento dei sigillanti è una procedura semplice e completamente indolore. Non richiede rettifica dei denti o anestesia locale.

La durata di conservazione dei sigillanti in bocca varia da 5 a 8 anni o più. Poiché il loro posizionamento non causa danni ai denti, possiamo ripeterlo tutte le volte che vogliamo. L’applicazione dei sigillanti è indicata in tutti i bambini di età superiore ai 5 anni fino al raggiungimento dell’età adulta. È ovvio che tutte le età, e in particolare le persone con vulnerabilità alla carie, possono beneficiare di impianti dentali preventivi.

Il blocco preventivo non può essere applicato in caso di carie avanzate. La protezione fornita dai sigillanti nei punti applicati è del 100%. Tuttavia, va sottolineato che i sigillanti dentali preventivi sono solo una parte di un programma di igiene dentale che include la corretta pulizia dei denti e la pulizia da parte di un dentista a intervalli regolari.

pulizia dentale

La pulizia o la rimozione dei denti è il processo di rimozione della pietra e della placca microbica dentale morbida depositata sui denti. Nella nostra clinica odontoiatrica utilizziamo gli ultrasuoni EMS e Air Flow EMS per rimuovere la carie.

Il triptofano e la placca microbica sono la principale causa di infiammazione inizialmente sotto forma di gengivite in bocca. In questa fase, il paziente può provare sanguinamento durante la spazzolatura. Se non trattata, la gengivite si sviluppa in parodontite, dove in questo caso il tessuto gengivale (tessuto connettivo e osso alveolare) inizia a essere interessato ad eccezione delle gengive. In questi casi, il dente inizia e perde gradualmente il suo supporto che si traduce in assorbimento dell’osso che circonda il dente e infine, a stadi avanzati, si verifica la mobilità del dente.

Queste condizioni, se non trattate, possono portare alla perdita dei denti e quindi creare problemi sia nella capacità di masticazione, sia nella nutrizione, ma anche nell’estetica della bocca e, in definitiva, nell’estetica del viso.

Endodonzia

Si occupa della diagnosi e del trattamento dei danni alla polpa dei denti, nonché dell’eziologia polmonare delle lesioni dei tessuti parodontali e periapicali che li circondano e li supportano.

A volte un dente denervato non guarisce come previsto ed è probabile che faccia male o si gonfi dopo mesi o addirittura anni dopo che il dente è stato completato. Se il tuo dente non risponde al trattamento di denervazione o sorgono nuovi problemi, hai una seconda possibilità: riprendere il trattamento endodontico (denervazione).

Lo scopo del trattamento endodontico è preservare i denti in bocca e impedire che vengano estratti quando la loro polpa è infetta o morta, cioè il tessuto vivente all’interno di ciascun dente che fornisce vitalità e sensibilità ai denti.

Durante il trattamento endodontico, la polpa del dente viene prima rimossa, la disinfezione e la sterilizzazione dei canali radicolari – che sono la continuazione della camera corneale e contenenti i nervi e i vasi del dente, seguita dall’occlusione ermetica dei canali radicolari.

Come talvolta accade con qualsiasi procedura medica o dentale, un dente potrebbe non guarire come previsto dopo la denervazione iniziale per una serie di motivi:

Provette strette o piegate che non sono state trattate (“pulite”) durante la procedura di denervazione iniziale.
Anatomia complessa dei tubi non rilevata nella prima denervazione.
Il posizionamento di una corona o sigillo permanente è stato ritardato dopo il completamento della denervazione iniziale.
Il restauro (corona o blocco) non ha impedito la contaminazione attraverso la saliva all’interno del dente. Era difettoso in breve.

In altri casi, un nuovo problema può mettere in pericolo un dente trattato con successo. Per esempio:

Lo sviluppo di nuove carie può esporre il materiale denervativo ai germi, causando una nuova infezione dei denti.
Un bordo o un blocco allentato, incrinato o rotto può esporre il dente a una nuova infezione.
Il dente ha una frattura.

Quando si riprende il trattamento endodontico, il dentista rimuoverà il materiale di intasamento che era stato originariamente inserito nei canali radicolari. Esaminerà quindi attentamente il dente per ulteriori canali radicolari o nuove infezioni. Quindi, pulirà e rielaborerà i canali radicolari, reinstallerà il nuovo materiale di tenuta all’interno del dente (canali radicolari) e sigillerà temporaneamente il dente.

Una volta che il dente guarisce (smette di soffrire), il dentista posizionerà una nuova corona o un altro restauro per proteggerlo.

ESPORTAZIONE SEMPLICE E CHIRURGICA DI FRONIMITI CHIUSI E SEMI-CHIUSI

L’estrazione del dente è la rimozione di uno o più denti dalla barriera dentale.

Di solito, l’estrazione del dente viene eseguita su denti danneggiati da carie, malattia parodontale, traumi dei denti – specialmente in caso di mal di denti – crescita errata dei denti, ad es. Frenite incisiva e ortodonzia (spesso premolari), per creare spazio. Per raddrizzare il resto dei denti, l’estrazione del dente è di solito una procedura relativamente semplice e viene eseguita utilizzando anestetici locali. Alcuni denti sono più difficili da rimuovere per vari motivi, come la posizione del dente e la forma delle radici dei denti.

Le possibili complicanze dell’estrazione di un dente dopo l’intervento chirurgico includono:

Vicolo secco. L’area in cui si trovavano le radici (alveoli) si infetta, smette di sanguinare, inizia a morire e il paziente fa troppo male. C’è un forte dolore a volte accompagnato da un odore sgradevole. Si verifica 2-3 giorni dopo l’esportazione.
L’infezione. È probabile che i germi entrino nella ferita, specialmente nei pazienti con sistema immunitario indebolito o quando le istruzioni post-operatorie non vengono rispettate correttamente. In caso di alto rischio di infezione, il dentista prescriverà antibiotici per la pre e la post-estrazione.
Sanguinamento eccessivo e / o edema, arrossamento o febbre.
Danni ai nervi e intorpidimento del labbro inferiore o della lingua
Pain. È comune dopo l’estrazione e soprattutto dopo procedure difficili. Gli antidolorifici sono presi come indicato dal dentista.

Per evitare quanto sopra, le istruzioni del dentista devono essere seguite prima, dopo e durante la procedura.

Fronemiti o terzi molari, secondo la terminologia medica, sono gli ultimi denti permanenti che si sviluppano e compaiono in bocca verso la fine dell’adolescenza, dove inizia il periodo dell’età adulta e la persona matura e acquisisce saggezza. Questi denti spesso causano problemi, sia con il dolore che causano durante l’alba o con le complicazioni che possono causare in caso di errato orientamento ectopico.

Se un dente è nell’osso (ad es., Freniti chiusi o semi-chiusi) potrebbe essere necessario rimuovere chirurgicamente l’estratto, il che comporta il taglio e la rimozione dell’osso che tiene il dente. Dopo aver rimosso il dente, vengono inserite le suture.

Nella maggior parte dei casi non sono previsti problemi o complicazioni durante o dopo l’estrazione del dente. Ma a volte un’esportazione può avere complicazioni impreviste.

CHIRURGIA CHIRURGIA CHIRURGICA

Ci sono alcune volte in cui pensiamo di vedere denti dritti e belli, ma osservandoli un po ‘meglio possiamo vedere che sono piccoli o che le gengive che li circondano sono irregolari. In questo modo la protesi del paziente non si presenta correttamente. Avere un sorriso perfetto non è solo perfetto per i denti ma anche per i loro contorni, cioè le gengive. L’odontoiatria moderna attraverso le tecniche di chirurgia ad ultrasuoni ha la soluzione con vari metodi e significa che con il loro contributo creiamo gengive e denti sani ottenendo così un bel sorriso.

La chirurgia ad ultrasuoni è un insieme di varie tecniche chirurgiche. Ha lo scopo di rimodellare le gengive e ha scopi sia estetici che terapeutici. Questa tecnica è utilizzata da chirurghi dentisti specializzati, periodontisti in vari casi:

  • Gengivite: quando le gengive sono state rimosse dai denti e lasciate esposte alla radice. Questo può accadere per una serie di ragioni come il modo sbagliato di lavarsi i denti o dopo un trattamento ortodontico.
  • Ultrasound smile“: in molti pazienti le loro gengive coprono anatomicamente un’area più ampia dei denti, provocando denti molto piccoli quando sorridono.
  • Iperplasia: gonfiore delle gengive. Può essere causata da parodontite o da disturbi ormonali (ad es. Gravidanza) o dall’assunzione di farmaci specifici, scarsa o scarsa igiene.
  • Bronchite ipertrofica: un tessuto che è una membrana che unisce ciascun labbro separatamente con la mucosa della bocca. L’ipertrofia del riso è principalmente dovuta a motivi ereditari.

Tuttavia, esistono diversi modi e tecniche per correggere quanto sopra a seconda del problema. Alcuni esempi includono:

  • Ouloplastiki
  • Oulektomi
  • Resezione bronchiale o altro
  • Allungamento del mulino
  • Patta leggermente spostata
  • Patta spostata obliqua
  • Patta spostata lateralmente
  • Innesto golare libero

Sbiancamento dei denti

Lo sbiancamento dentale è la procedura eseguita dal dentista per migliorare il colore dei denti del paziente e aumentarne la luminosità. Grazie al processo di sbiancamento, i pazienti con denti gialli o scoloriti sono in grado di migliorare l’aspetto dei loro denti e ritrovare un sorriso sano e luminoso.

Il colore dei denti varia da persona a persona, con il più comune di essere giallo o addirittura grigio. Alcuni nascono con denti notevolmente gialli, mentre altri si lamentano che i loro denti perdono gradualmente il loro colore originale brillante e diventano più scuri e gialli.

Nel tempo i denti perdono gradualmente il loro colore brillante e diventano più gialli e più scuri. Questo è uno sviluppo normale, poiché nel corso degli anni si è depositata una maggiore quantità di dentina all’interno dei denti. La dentina (tessuto dentale sotto lo smalto dei denti) ha un colore giallo più scuro per sua stessa natura ed è in sostanza ciò che determina il colore dei nostri denti. La deposizione di dentina in combinazione con l’abrasione dello smalto dei denti, che si verifica anche nel tempo, giustifica spesso il fenomeno dello scolorimento dei denti.

Altri fattori che sono anche responsabili del cambiamento del colore dei denti sono il fumo, il consumo di vino rosso o bevande analcoliche con pigmenti ecc. e giallo. Le vecchie guarnizioni danneggiate, come le guarnizioni di amalgama nere, danno ai denti un colore grigio o giallo. Lo stesso colore grigio scuro è spesso presente nei denti cariati o cariati che devono essere cariati. Inoltre, i denti con vecchie corone metalliche (tasche) in ceramica presentano un colore grigio nella zona gengivale.

Esistono 3 tecniche di sbiancamento:

Sbiancamento in studio dentistico: Lo sbiancamento in ufficio è sotto la supervisione di un dentista e dura circa 1 ora. I dentisti prima puliscono a fondo le gengive fino a quando non c’è pietra e lucidano i denti. Successivamente, la gomma viene isolata da un materiale isolante speciale in modo che il materiale sbiancante non entri in contatto con la gomma e li irriti. Immediatamente dopo, l’agente sbiancante viene posizionato sulla superficie dentale dei denti da sbiancare. Il materiale rimane sui denti secondo le istruzioni del produttore (di solito 30 – 40 minuti). Alla fine i dentisti sciacquano il materiale sbiancante e il paziente è pronto con un sorriso luminoso e brillante.

Sbiancamento a casa: Lo sbiancamento a casa viene eseguito essenzialmente dal paziente stesso, che indossa speciali tamponi di candeggina riempiti con materiale sbiancante fornito dal dentista. Al primo appuntamento, i dentisti puliranno le gengive e i denti del paziente e procederanno con un’impronta digitale, che verrà inviata al dentista per realizzare asciugamani sbiancanti personalizzati per il paziente. Sono anche commercializzati asciugamani sbiancanti pre-realizzati, ma sono difficili da adattare esattamente nella bocca di ogni paziente. Con le bustine pre-confezionate esiste la possibilità che l’agente sbiancante possa essere promosso nelle gengive e irritato. Ecco perché è meglio per il paziente fare asciugamani personalizzati dal dentista che si adattano esattamente ai propri denti.

Combinazione sbiancante in studio dentistico ea casa: È una combinazione delle due tecniche precedenti. A seconda della tecnica e della filosofia di ciascun dentista, viene prima eseguita una sessione di sbiancamento in clinica e il paziente continua a sbiancare a casa per 7-10 giorni a casa o viceversa sbiancando il paziente a casa e in secondo luogo viene eseguita una sessione. Infiammazione in ufficio. Vale la pena notare che con questa tecnica il paziente ha il risultato migliore e più stabile che potrebbe ottenere.

RIPARAZIONI AGGIUNTIVE

I denti persi devono essere sostituiti immediatamente poiché la loro perdita ha un impatto sia sulla salute orale che sull’estetica. Per riabilitazione protesica intendiamo qualsiasi lavoro protesico immobile o mobile chiamato a ricostituire la sostanza dentale persa.

A. Protesi reale

Corone: la corona è un lavoro protesico che abbraccia strettamente il dente con la forma, le dimensioni e il colore di un dente naturale. Per realizzare un cerchio, la superficie esterna del dente viene rimossa rimuovendo il materiale dentale. La porcellana è costruita sulla superficie esterna del metallo (cromo-cobalto o leghe nobili) e ha il colore dei denti adiacenti in modo che si adatti perfettamente a loro. Esiste ancora la possibilità di realizzare un cerchio senza elementi metallici (lega: zirconia, litio dipirite).

Ponti: il ponte viene utilizzato quando manca un dente e vogliamo coprire lo spazio fresco senza l’uso di impianti. Sono come tasche incollate insieme che aderiscono ai denti stretti adiacenti. I materiali da costruzione sono gli stessi dei cerchi. In tutte le fasi dall’abrasivo all’adesione finale del lavoro protesico, il paziente lascia sempre l’ufficio con cerchi / ponti temporanei (di transizione). Questo assicura l’aspetto estetico del paziente, che durante il suo periodo di mediazione continua la sua routine quotidiana. La scelta del materiale e il metodo di fabbricazione dipendono da diversi fattori e la scelta è individuale per ciascun incidente.

B. Protesi mobile

Le protesi mobili sono la protesi parziale e la protesi totale. Il primo poggia su denti e tessuti, mentre l’intera protesi assicura ritenzione e stabilità solo dai tessuti. Questa soluzione può essere una soluzione permanente quando non è possibile il posizionamento dell’impianto. Con l’impianto di impianti dentali, sempre più persone si rivolgono a soluzioni protesiche che includono impianti dentali.

Le protesi artificiali generalmente migliorano la capacità di masticare e il linguaggio, fornendo un adeguato supporto ai muscoli facciali. Migliorano anche l’aspetto estetico del viso.

Le protesi artificiali, quando vengono poste per la prima volta in bocca, richiedono il tempo appropriato per familiarizzare i pazienti con i loro “nuovi denti”. Questo accade quasi sempre, non importa quanto siano fatti bene. Tuttavia, se i pazienti seguono le istruzioni del proprio medico, questi problemi sono ridotti al minimo.

C. Impianto protesico
Un impianto può essere posizionato immediatamente dopo la rimozione di un dente o in un secondo intervento chirurgico. Allo stesso modo, la riparazione dell’impianto dentale può essere eseguita immediatamente o dopo qualche tempo. La scelta dipende dalla salute generale del paziente, dalla qualità e quantità dell’osso circostante, dal luogo di posizionamento, dalle forze masticatorie che riceve dagli altri denti e, naturalmente, dalle preferenze personalizzate del dentista.
In ogni caso, la funzione estetica, fonetica e masticatoria della bocca è garantita, anche temporaneamente.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Chiama ora al numero (+30) 2315310942 o visita le nostre Domande frequenti.